Opere
Opere
Tauromachie

Dopo i disegni a china realizzati per illustrare uno dei suoi scrittori più amati, Franz Kafka, Costantini, in seguito a un viaggio in Spagna si appassiona alla corrida e crea, tra il 1959 e il 1962, una serie di tele a olio dedicate alla tauromachia. La maggior parte delle opere è preparata da un ampio numero di bozzetti, realizzati a pastello, china, matita e tecnica mista. L’attenzione è spesso concentrata sull’arena, sul combattimento ravvicinato tra uomo e animale, ma a volte l’artista ritrae la platea che assiste, spesso introducendo tra gli spettatori ritratti di amici e anche di se stesso. Il soggetto della tauromachia, pur in una resa completamente diversa, a tempera e non più a olio, ritornerà a interessare l’artista molto più avanti, all’inizio degli anni Duemila.